Nello Studio Ovale si parla dell’uso delle toilette

trump-bagni-trans

Pochi sanno che l’amministrazione americana, volente o nolente impegnata in questioni mondiali che coinvolgono la vita e la morte di intere popolazioni, dibatte da anni, ad altissimo livello, con il coinvolgimento personale di Obama e ora di Trump, la materia dei gabinetti nelle scuole. Come se Mattarella domani annunciasse la sua competenza in materia.

Una circolare di Obama ha sollecitato i direttori degli istituti a consentire l’utilizzazione dei gabinetti agli studenti trans gender in base alla propria inclinazione. Trump vuole revocare la circolare. In altri Paesi occidentali la decisione sarebbe affidata al buon gusto dei dirigenti, magari in base ad un sondaggio interno o, come massimo segnale di democrazia, all’esito di un referendum  tra gli studenti o gli utenti abituali degli edifici. In America, invece, accanto alle iniziative da assumere in Vicino e Medio Oriente, in Nord Africa, nel Pacifico e, dulcis in fundo, in Europa, nello Studio Ovale, si discute anche di gabinetti.

Siamo rispettosi dei segnali di democrazia, quali che siano, che vengono da altre esperienze e da altre esigenze, ma riteniamo che ci sia una gerarchia di valori e di esigenze e che la vita e la morte e i destini del mondo, fortemente dipendenti dalle decisioni dello Studio Ovale, siano valori in cima alla lista. Non entriamo nel merito, proprio perché riteniamo che le sensibilità (tutte) vadano rispettate e, in caso di conflitto, debbano essere mediate. Crediamo nell’evoluzione della cultura e della società e quindi non ignoriamo fenomeni che si stanno affermando e che richiedono una regolamentazione, ma crediamo anche fortemente nel rispetto delle tradizioni popolari e nazionali e nella necessità che il confronto non sia affidato alla demagogia o alla moda e venga risolto a livello locale.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
<> on July 30, 2018 in Washington, DC.
Politica Estera / Non più Caos per Trump
http://i.imgur.com/OXd4DCk.jpg
Politica Estera / La nuova via della seta