Merz, poco credibile successore della Merkel

merz

I signori del denaro serrano le file in Europa. Appena la Merkel ha annunciato l’uscita dalla politica attiva, alla guida della CDU si è candidato Friedrich Merz, consigliere di amministrazione in vari fondi di investimento, esponente della finanza globale, discusso artefice di meccanismi elusivi in favore delle rendite finanziarie. Non è un Macron in versione germanica, è molto peggio.

E’ la risposta della finanza dominatrice alla prospettiva di un’Europa delle genti, rispettosa delle tradizioni e degli equilibri dei Paesi membri, più armonica, impegnata nella produzione e nel commercio, a favore della dignità del lavoro. Macron si è ben presto rivelato per quello che è, un niente politico, incapace di affrontare i problemi dei francesi, timoroso guerrafondaio in Nord Africa.

Merz non è nuovo alla politica, ma non ha mai raggiunto posizioni di vertice. Questa è la sua grande occasione. Dovrà far capire ai dirigenti del partito perché lui, e non altri, e dovrà rimediare alle occasioni perse, recuperando le alleanze interne ed esterne, sfilacciate dalla Merkel in affanno.

A Merz vengono attribuite simpatie trasversali, anche in campo ambientalista. Come tali simpatie possano armonizzarsi con le esigenze della produzione industriale, che in Germania significa ricchezza e distribuzione del reddito, grazie ad una politica sindacale efficace e lungimirante, è la scommessa di Merz e, più in genere, della politica economica tedesca.

Salvo che i signori del denaro non abbiano deciso di colpire proprio l’economia tedesca, che partecipa, con l’Italia, secondo Paese manifatturiero in Europa, alle vestigia del protagonismo europeo sulla scena geopolitica. C’è da scommettere che, in tal caso, il programma di Merz non sarebbe gradito alla dirigenza del partito e all’elettorato.

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
putin_merkel
Politica Estera / L’orso russo
emmanuel_macron_10_lapresse_2018_thumb660x453
Politica Estera / Macron alle corde
conte-macron
Politica Estera / Il dopo vertice Conte Macron