Dear America, why are you bullying Europe?

america

Cara America,

per tanti anni sei stata leader della democrazia e della libertà nel mondo, hai coltivato l’ambizione di esportarla in paesi che ignorano i principi della politica partecipata e ora, contro la tua tradizione, dissemini in Europa, che è tua amica ed alleata, i germi del disordine sociale ed economico, forieri di sedizione e oppressione, tutto il contrario della libertà e della democrazia. Si tratta di scelte determinate o casuali?

Henry Kissinger sostiene nel suo documento di recente pubblicazione che gli Stati Uniti non hanno una vera e propria strategia geopolitica e che le iniziative politiche e militari assunte da Obama nel perseguimento dell’interesse nazionale americano sono ondivaghe. Con tutto il rispetto per la riflessione di Kissinger, destinata a influenzare il dibattito politico per l’autorevolezza del personaggio, non sembra che le iniziative del gabinetto di Obama siano così strampalate e incongrue con la politica del predecessore.

Entrambi i presidenti hanno deciso, a giudicare dalle vicende in evoluzione nel bacino del Mediterraneo e dalle iniziative promosse o sostenute dagli Stati Uniti, di contrastare lo sviluppo economico soprattutto dei paesi che si affacciano sul mare, ricorrendo agli strumenti della politica invece che dell’economia e snaturando, se occorre, gli obiettivi dell’alleanza atlantica.

I cittadini italiani ignorano se questa politica sia stata annunciata e se sia minimamente giustificata. Kissinger ritiene che l’Italia sia perdente a causa del cronico deficit strutturale (materiale e immateriale) che affligge il paese. Cara America, riconquista la leadership morale e politica nel mondo con l’influenza della tua tradizione di libertà e di democrazia!

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
obama
Cultura e società / Lettera a Obama