Conflitti asiatici all’orizzonte


L’accordo di scambio commerciale tra la Cina e un gran numero di paesi asiatici è stato appena celebrato e già scoppiano i conflitti tra paesi firmatari.

L’Australia ha assunto un atteggiamento molto fermo nei confronti della Cina rispetto al contagio del covid e ai danni collaterali. E la Cina non se la tiene. Contrattacca sul piano diplomatico e, nei “si dice”, potrebbe essere dietro alla denuncia dei presunti crimini di guerra commessi dalle truppe australiane in Afghanistan ai danni della popolazione civile.

Il Mekong è il fiume che origina in Cina e attraversa i paesi del Sud-Est asiatico, fino a sfociare in mare dopo essersi allargato nella zona del Delta, nota per i combattimenti tra americani e vietnamiti negli anni 60 e 70. Il fiume è navigabile e ha costituito una risorsa per i paesi attraversati, finché la Cina non ha cominciato a realizzare dighe e deviazioni, che provocano inquinamento e scarsità di rifornimento idrico.

Non è esattamente la situazione ideale per uno scambio commerciale tra paesi dotati di pari dignità. Tanto più che l’India è in attesa di giocare la sua mano. Convitato di pietra è la nuova amministrazione americana che potrebbe introdurre una nota dissonante tramite i suoi alleati storici, Giappone e Corea del Sud.

Se Trump, infatti, con il suo fare apparentemente ondivago, ha dato, nell’area, un colpo al cerchio e uno alla botte, per farsi sentire e non sembrare accondiscendente alla politica egemonica cinese, senza inquinare, però, il canale diplomatico, Biden assistito da Kamala Harris, più orientato di Trump a esportare la politica economica e finanziaria americana, a dispetto delle aspettative degli osservatori, potrebbe fare scelte più aggressive.

In tal caso, colpendo direttamente e indirettamente gli interessi cinesi altrove, in Africa, che non è nuova a proxy war, o in Europa. Dopo avere tarato la capacità di intervento, sul piano politico, diplomatico e militare.   

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*