Settore della logistica in crescita

grandi-stazioni

Il successo imprenditoriale delle Grandi Stazioni, intorno alle quali è fiorito il business al di là di ogni rosea previsione, dimostra che l’integrazione tra pubblico e privato nei servizi di sostegno e nella logistica, oltre che nelle infrastrutture, è una esperienza da riprodurre in situazioni analoghe, a vantaggio delle imprese e della collettività.

A condizione che il core business, il trasporto nel caso delle Grandi Stazioni, sia curato, e attragga investimenti e clientela, al punto da consentire la messa a punto e la riproduzione del modello. In cui la logistica svolga il suo legittimo ruolo, finora poco conosciuto e poco apprezzato in Italia, mentre in Germania, l’altro Paese manifatturiero europeo, rappresenta il fattore vincente dell’economia e detta l’agenda alla politica industriale.

Non solo trasporto e non solo stoccaggio, offre la logistica in Germania, ma tutti i servizi connessi, come gradualmente sta avvenendo in Italia, grazie alla tenacia degli imprenditori di settore più visionari.

La Corte di Cassazione si è accorta di questo fenomeno prima di altri, e comincia a qualificare il contratto di logistica come appalto atipico, e non come contratto di servizi. La logistica è un sistema versatile per definizione, deve essere adattato alle aziende e alle circostanze. Serve un grande lavoro di analisi, ma il sistema adottato sarà il fattore vincente della ripresa italiana.

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*