Monte dei Paschi, follow the money

monte-dei-paschi

Le polemiche sulla manovra di bilancio e l’aumento dello spread si sono spostate sulla capacità di tenuta del settore bancario italiano, che gli analisti antigovernativi considerano fragile ed esposto alle incursioni della finanza globale, per concludere che la manovra deve essere corretta. Naturalmente a discapito delle innovazioni introdotte dal Governo giallo – verde.

Il Sole 24 Ore ha scritto che le prime banche italiane, tutte insieme, valgono meno del Banco Santander, preso come esempio di prudente gestione del credito. Noi ricordiamo che il Banco Santander è stato l’artefice del dissesto del Monte dei Paschi, che, in seguito al disastroso acquisto della Banca Antonveneta (anni 2007/8), ha assorbito imponenti risorse pubbliche e ha concorso all’impoverimento di decine o centinaia di migliaia di risparmiatori e piccoli e medi imprenditori.

Le massicce iniezioni di capitale, però, sono servite a ben poco e il Monte dei Paschi ancora non se la passa bene. In effetti, quando si fa un’analisi, per progettare il futuro, bisogna capire il passato. E nel passato del Monte dei Paschi pesano sia la perdita secca, in favore del Banco Santander, sia il risanamento maldestro del dopo Mussari, caratterizzato dai giudizi penali a carico dei legali rappresentanti e dalla mancata richiesta risarcitoria nei confronti dei soggetti responsabili della perdita, Banco Santander in testa.

Nei thriller si legge che la pista del denaro è fruttuosa, conduce alla scoperta dell’assassino. Non sappiamo se la Procura o altri abbiano indagato la pista del denaro e con quali esiti. Di certo, il pubblico non è stato informato. E David Rossi è morto.

Riteniamo che anche la Banca d’Italia, su questo aspetto del denaro e della mancata azione risarcitoria, sia pienamente legittimata a dire la sua, posto che l’autorizzazione all’operazione sventurata non venne negata. Come nei thriller, follow the money.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
monte-dei-paschi-di-siena
Uncategorized, Economia, Primo Piano / Monte dei Paschi, un danno da risarcire