Roma discarica diffusa, non spende 700 milioni disponibili: gli incapaci vadano a casa!

Via Ponzio Cominio, Roma, 7 gennaio 2018
(Carlo Lannutti/LaPresse)

Chi è rimasto a Roma in queste vacanze di inizio 2020 ha potuto vedere come la spazzatura abbia trovato la sua collocazione, non avendo trovato un sito adatto: di fatto Roma è una discarica diffusa! Eppure, non si tratta un fenomeno improvviso, poiché le situazioni che si creano nelle vacanze natalizie sono, ogni anno, perfettamente prevedibili.

Secondo quanto riportato dal Messaggero lo scorso 3 gennaio, il Comune ha mandato in economia 700 milioni di euro disponibili “che non sono stati utilizzati per incapacità progettuale e ritardi burocratici”. 700 milioni equivalgano alla spesa di opere e servizi che avrebbero avuto come indotto l’occupazione di almeno 15.000 addetti tra diretti ed indiretti.

Roma Capitale non può essere lasciata un giorno di più nelle mani di chi non solo non avvia a soluzione i problemi ma, addirittura, non spende le risorse disponibili: è il fallimento non solo della parte politica ma anche della dirigenza capitolina, incapace di assumere responsabilità che vengono dal quadro normativo del pubblico impiego.

Bisogna con urgenza affrontare l’autonomia finanziaria dei Municipi e ripartire le risorse sulla base di indici demografici e di intensità dei servizi necessari, poiché il modello accentrato è fallito, a prescindere dal coloro politico della Giunta che governa.

In quanto Cittadino, che ha il prelievo all’origine sulle tasse da dare a Regione e Comune e che paga la TARI ma è costretto a fare lo slalom tra l’immondizia, chiedo il Commissariamento subito per l’AMA ed il ciclo della raccolta degli RSU  e le dimissioni in blocco della Giunta, per aver una gestione commissariale fino alla elezione del prossimo Consiglio Comunale.

Dare maggiori poteri reali ai Municipi, con il controllo più diretto dei Cittadini dei programmi e delle opere, rappresenta l’unica prospettiva possibile per uscire dal ciclo negativo in cui è intrappolata Roma Capitale, nonostante ingenti risorse finanziarie disponibili.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*