PREMIO STREGA 2019: I 12 TITOLI IN GARA PER LA VITTORIA.

premio-strega

Dodici autori su cinquantasette candidati, per la prima volta una maggioranza femminile (ben sette donne, su dodici) e la presenza di piccoli e medi editori al fianco dei grandi gruppi. Queste i numeri del 73⁰ Premio Strega, che ha preso il via ieri a Roma, con l’annuncio dei dodici semifinalisti, nell’ambito della festa del libro e della lettura ‘Libri come’, tenutosi, come da dieci anni a questa parte, nella suggestiva location dell’Auditorium Parco della Musica.

Ad aggiudicarsi la possibilità di vincere l’ambito premio letterario i seguenti libri:

Valerio Aiolli, con Nero ananas (edito da Voland), proposto da Luca Formenton;

Paola Cereda, con Quella metà di noi (Perrone), proposto da Elisabetta Mondello;

Benedetta Cibrario, con Il rumore del mondo (Mondadori), proposto da Giorgio Ficara;

Mauro Covacich, firma del Corriere della Sera, con il suo Di chi è questo cuore (La nave di Teseo), proposto da Loredana Lipperini;

Claudia Durastanti, con La straniera (La nave di Teseo), proposto da Furio Colombo;

Pier Paolo Giannubilo, con Il risolutore (Rizzoli), proposto da Ferruccio Parazzoli;

Marina Mander, con L’età straniera (Marsilio), proposto da Benedetta Tobagi;

Eleonora Marangoni, con Lux (Neri Pozza), proposto da Sandra Petrignani;

Cristina Marconi, con Città irreale (Ponte alle Grazie), proposto da Masolino d’Amico;

Marco Missiroli, con Fedeltà (Einaudi), proposto da Sandro Veronesi;

Antonio Scurati, con M. Il figlio del secolo (Bompiani), proposto da Francesco Piccolo;

Nadia Terranova, con Addio fantasmi (Einaudi), proposto da Pierluigi Battista.

 

La prima votazione, che selezionerà la cinquina di finalisti, avverrà il prossimo 12 giugno presso il Tempio di Adriano – Camera di Commercio di Roma ( e non, come da tradizione, a Casa Bellonci, per ristrutturazioni), mentre il vincitore assoluto sarà proclamato, come di consueto, nella storica sede al Ninfeo di Villa Giulia, il 4 luglio, in diretta su Rai3.

A decidere chi si aggiudicherà la vittoria 660 votanti, composti da 400 Amici della Domenica,  200 votati all’estero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, 40 lettori “forti” ed, infine, da 20 voti collettivi di biblioteche, Università e circoli di lettura (15 i circoli coordinati dalle Biblioteche di Roma).

Il Premio Strega è senz’altro il premio letterario, in Italia, che vanta il maggior prestigio ed anche il maggior seguito, avendo vissuto negli anni un aumento costante dell’interesse e dell’attenzione da parte del pubblico, anche grazie alla qualità e alla varietà della opere proposte.

Opere che, quest’anno, si radunano attorno a due tematiche fondamentali: da una parte la storia, con la prevalente rilettura del romanzo storico in forme diverse, come ha sottolineato Valeria Della Valle, presidente del Comitato scientifico della Fondazione Bellonci, e dall’altra il tema relazionale, con la coesistenza di differenti generi letterari. Fare pronostici sul possibile vincitore, dunque, è più complicato del solito, per un’edizione del Premio che, grazie alle sue novità, non smette mai di stupire gli appassionati.

 

 

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
biagi
Cultura e società / Isolamenti mortali
enzo-iacchetti-630x368
Cultura e società / Iacchetti non fa l’amore