La vita frugata

897337-phonetappinggg-1433382777

La materia delle intercettazioni non perde di attualità e si rivela incandescente soprattutto quando vengono pubblicate conversazioni disdicevoli sotto il profilo etico o morale. Aleggia sempre il sospetto che lo sputtanamento in realtà sia voluto dagli ambienti che lo hanno concretamente consentito. Ma il danno fatto non è (quasi mai) rimediabile, gli eventuali responsabili non vengono identificati e la polemica continua.

Gli argomenti a favore e contro le intercettazioni a rete sono noti, consistendo, gli uni, nella utilità per la lotta alla criminalità, gli altri, nella violazione della vita delle persone. Un equilibrio sembra impossibile. A giudicare dai risultati, in particolare della lotta alla corruzione, reato per sua natura molto “privato”, non sembra che le intercettazioni si dimostrino utili. I dati del risparmio tradito e dei crediti deteriorati sono inquietanti, lesivi degli interessi nazionali, eppure vincenti su qualsiasi forma di prevenzione.

Il dibattito proseguirà a lungo, sterile e inutile, almeno come la maggior parte degli ascolti. Perché, in effetti, è un tema politico, più che giudiziario, e risente delle stagioni, dei protagonisti e degli interessi in gioco. Resta la speranza che, dinanzi a vite sofferenti e specchiate, casualmente incorse nella rete di ascolto, il “maresciallo” di turno simpatizzi, come nel bellissimo film “Le vite degli altri”, sempre da rivedere.

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
INAUGURATO LO SPORTELLO DI ASCOLTO PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA DOMESTICA  PRESSO LA FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO MANGIAGALLI (Agenzia: EMMEVI)  (NomeArchivio: VIOLEd5z.JPG)
Cultura e società, Primo Piano / Se la violenza è necessaria