Disinformazione sulle origini dell’Isis

colombani

Disinformazione e cortine fumogene entrano a piè pari nel conflitto con l’Isis. Jean Marie Colombani, già direttore di Le Monde, sostiene che “parlando di Isis va ricordato che, se Putin non avesse scelto di sostenere il regime di Al-Assad, l’opposizione siriana democratica forse avrebbe avuto successo, mentre ora dobbiamo confrontarci con la vittoria delle frazioni più fanatiche che hanno dato vita allo stato islamico”.

Il lettore capisce che la resistenza opposta dal regime siriano alle “forze di insurrezione democratica” ha provocato o ha contribuito a provocare il fenomeno Isis.

Ed essendo il regime siriano sostenuto dal governo russo, Putin è, secondo Colombani, il responsabile degli eccidi perpretati dall’Isis e ne deve rispondere nelle sedi politiche e diplomatiche di quella parte del mondo che viene offeso dal terrorismo islamico.

Mentre, chiunque abbia seguito gli eventi siriani e le schermaglie tra le grandi potenze sul mantenimento dello statu quo in Siria, sa che il sostegno al regime, che certamente non pecca di democrazia, ma questo è un altro conto, è un baluardo politico e militare contro l’Isis.

Quindi a favore dell’Europa e dell’occidente. Tutto il contrario di quello che sostiene Colombani.      

 

 

Conversazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Leggi gli altri articoli
isi
Ultime di cronaca / Gara di atrocità